Trend mercato auto elettriche

Col termine Smart Mobility si intende, in genere, la trasformazione della mobilità verso un modello più sostenibile dal punto di vista ambientale, economico e sociale che considera la dinamica evolutiva di importanti fattori quali elettrificazione, guida autonoma, condivisione e Vehicle Grid Integration.

L’elettrificazione è il passaggio da un’alimentazione classica – diesel o benzina – ad una elettrica di una serie di veicoli, tra cui autovetture, trasporto pesante, trasporto pubblico e soluzioni legate alla micromobilità (bici, monopattini, ecc.). La guida autonoma comprende veicoli provvisti di sistemi di controllo, sensori, radar, GPS, telecamere, software di data analytics ed intelligenza artificiale necessari ai fini del controllo delle condizioni dell’ambiente circostante e dell’automatizzazione della guida. L’aspetto della condivisione calato nel settore dei trasporti si spiega, poi, col fatto che un mezzo di proprietà viene usato mediamente solo per il 5-10% nel corso della sua vita utile, restando inutilizzato per il resto del tempo, quando invece potrebbe essere maggiormente sfruttato in modo simultaneo o a rotazione. Riguardo, infine, al vehicle grid integration esistono due diverse tipologie di ricarica: V1G, basata sullo scambio di energia mono-direzionale dalla rete al veicolo che permette di incrementare e ridurre la potenza di ricarica quando serve per erogare servizi alla rete, V2G, Vehicle to grid, che consente, invece, la fornitura di servizi di rete da parte dei veicoli elettrici grazie a flussi bi-direzionali di energia dalla rete al veicolo e viceversa.

Il trend di elettrificazione considera in genere i seguenti veicoli: passenger cars, impiegati per il trasporto di otto persone al massimo, oltre al conducente, con massa a pieno carico inferiore a 3,5 tonnellate; last mile vehicles, usati soprattutto in ambito urbano per tragitti brevi (monopattini, bici, scooter e quadricicli a motore); light duty vehicles, utilizzati per il trasporto merci con massa a pieno carico fino a 3,5 tonnellate e per il trasporto di più di otto persone, oltre al conducente, con massa a pieno carico inferiore a 5 tonnellate; heavy duty vehicles, impiegati per il trasporto merci con massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate e per il trasporto di più di otto persone, oltre al conducente, con massa a pieno carico superiore a 5 tonnellate.

Il mercato mondiale di passenger car e LDV elettrici

Nel 2019 sono stati immatricolati a livello mondiale quasi 2,3 milioni di passenger cars e Light Duty Vehicle elettrici (sia Battery Electric Vehicle BEV che Plug-in Hybrid Electric Vehicle PHEV), con una crescita del 9% rispetto al 2018. Sempre nel 2019, il 2,5% delle immatricolazioni mondiali di passenger car e Light Duty Vehicle erano imputabili a mezzi elettrici, in lieve crescita rispetto al 2018 con un +0,3% ma in misura inferiore rispetto al 2017 quando si era registrato quasi un +1%: questi numeri portano a fine 2019 ad un parco di veicoli elettrici di circa 7,5 milioni di unità. Anche nel 2019 continua il trend di cambiamento del mix di immatricolazioni da veicoli ibridi (PHEV) a full-electric (BEV), che conquistano un ulteriore 5% rispetto al 2018, in linea col quadro di crescita registrato nel quadriennio 2015 – 2018 quando i BEV hanno ottenuto sui PHEV un +3% year-on-year (erano il 60% nel 2015, poi 69% nel 2018, infine 74% nel 2019).

Con quasi 1,2 milioni di veicoli immatricolati nel 2019 (+3% rispetto al 2018) la Cina si conferma il più grande mercato mondiale, pari quasi a circa il doppio rispetto all’Europa, che mantiene comunque il secondo gradino del podio con quasi 600.000 unità immatricolate (+44%). Seguono gli Stati Uniti, con quasi 320.000 (-12%), e a notevole distanza il Giappone, che con 44.000 veicoli immatricolati registra un -16% rispetto al 2018. Fra gli altri paesi, da segnalare la crescita di Canada, con 51.700 unità immatricolate (+19%), e Sud Corea, con 34.000 unità immatricolate (+7%). Entrando più nello specifico scopriamo che le immatricolazioni di veicoli elettrici in Cina sono rimaste pressoché invariate nel 2019 (+3% rispetto al 2018), con un rallentamento significativo rispetto al +78% rilevato tra il 2018 ed il 2017: se è vero che si è registrata una crescita nel primo semestre 2019 del 70% rispetto al primo semestre 2018, è altrettanto vero che nel secondo semestre si è, invece, osservato un calo del 31% rispetto allo stesso periodo del 2018. Tale diminuzione è imputabile ad una riduzione del 50% degli incentivi all’acquisto di auto elettriche che ha colpito principalmente le sezioni di mercato più attente al prezzo.

L’Europa ha visto un aumento delle immatricolazioni di veicoli elettrici del 44% rispetto al 2018, quantificabile a livello mondiale in un 26% del totale (+6% rispetto al 2018): ciò grazie soprattutto agli incentivi all’acquisto di auto elettriche in molti Paesi europei ed alla notevole offerta di modelli elettrificati da parte delle case automobilistiche spinte dal vincolo di 95 g CO2/km introdotto a livello comunitario. In Europa, il primato spetta alla Germania con più di 100.000 auto elettriche immatricolate (+60% rispetto al 2018), seguita da Norvegia (quasi 80.000 auto elettriche immatricolate, +9% rispetto al 2018), Gran Bretagna (oltre 72.000 auto elettriche immatricolate, +21% rispetto al 2018), Olanda (quasi 67.000 auto elettriche immatricolate, +146% rispetto al 2018) e Francia (oltre 61.000 auto elettriche immatricolate, +34% rispetto al 2018). A livello europeo, nel 2019, quasi il 47% delle immatricolazioni di auto elettriche è avvenuto nei seguenti Paesi: Germania (19,5%), seguita da Norvegia (14,3%) e Regno Unito (13%).

Gli USA hanno avuto, invece, nel 2019 un calo del 12% di immatricolazioni di veicoli elettrici rispetto al 2018, dovuto soprattutto alla riduzione delle immatricolazioni di Tesla, che ha accusato un trend negativo di -6% year-on-year.

Il mercato mondiale degli Heavy Duty Vehicle

Le immatricolazioni di Heavy Duty Vehicle elettrici nel 2019 sono state di circa 100.000 unità (-29% rispetto al 2018, quando erano 140.000 unità). In particolare: il 95% del totale sono state effettuate in Cina; circa il 75% riguarda autobus, mentre il resto è rappresentato da veicoli commerciali utilizzati per il trasporto merci (truck); a fine 2019, il parco di Heavy Duty Vehicle elettrici era di circa 0,7 milioni di veicoli (vs circa 7,5 milioni di passenger cars e light duty vehicle).

Translate »